Amore da 7 e da 9

Da “Il Gazzettino” del 24/03/2000

Una signora mi scrive alla Rubrica “Il Sessuologo risponde” una lunga lettera che riassumo:

“Ho 50 anni, ma ne dimostro molti meno, sono sposata con due figli ormai grandi. Mi è capitato di innamorarmi di un uomo molto più giovane di me con il quale ho avuto solo quattro rapporti sessuali durante la relazione con lui che è durata un anno.
Adesso lui… lo capisco… ha voluto sistemare la sua vita affettiva con una giovane donna.
Sessualmente, quelle poche volte che lo abbiamo fatto… è da 7, …mentre mio marito è da 9… ma l’Amore, le sensazioni che mi ha fatto provare col cuore, sono state… da 10. Ora è tutto finito da sei mesi, ma io ancora credo di essere innamorata, anche se non vorrei più riprendere la relazione…”

Gentile Signora,
dato che mi chiede “…che cosa mi è successo… e cosa devo fare…”, le rispondo con qualche osservazione: mi creda, il suo caso non è poi così raro; non si condanni troppo per ciò che è accaduto:
a volte, anche inconsapevolmente, andiamo in cerca delle frecce di Cupido; certo perchè non siamo completi soprattutto dal lato affettivo; o per stanchezza del rapporto; o per un comportamento sgradito del partner abituale, che purtuttavia non riusciamo a modificare; o per paura di stare soli piuttosto che male accompagnati, per problemi pratici, tipo benessere che può venire a mancare con una separazione o anche per vera e propria necessità di sopravvivenza, come mi dice essere il suo caso, non avendo un lavoro proprio ed avendo ormai 50 anni. E’ logico che dovendo o volendo rimanere col partner abituale, ma a queste condizioni e con tali stati d’animo, sia più facile che accada di innamorarsi di chi sembra possa dare amore.

Anche lui, pur essendo molto più giovane, può senz’altro essere stato sincero nel dirle che si era innamorato di Lei; e perchè no: se Lei, come mi dice, dimostra molti meno anni di quelli che ha, se Lei è sensibile come di dice e come appare dalla lunga lettera che mi ha scritto, se Lei nulla ha preteso da lui, “…tranne quello che mi dava, tranne un interessamento non solo sessuale, ma come persona, …mi chiedeva del marito, dei figli che studiano all’Università…”, anche per lui sarà stato sentimento.

Certo che poi la vita è quella che è: lui ha deciso per il proprio futuro, fatto di progettazione insieme ad una donna della sua età:… “…aveva la fidanzata lontana… me lo aveva detto…”. Ed anche Lei, da quanto mi scrive, mi sembra stia reagendo adeguatamente, cercando di ricostruire il rapporto con suo marito, e non drammatizzando l’accaduto.

Si potrebbe prendere spunto da questa storia per approfondire, in un prossimo articolo, una realtà che credo sia più tipica della donna: ella può amare un uomo che le dà un “sesso da 7”, piuttosto che un altro con “sesso da 9”. E questo, che io ho sentito da diverse donne, dovrebbe sfatare, o comunque ridimensionare l’idea che ha spesso l’uomo tradito, che crede che l’amante, …a letto, merita un voto superiore al suo, e di questo, soprattutto, soffre.